Ashley Olsen trovata morta strangolata : Arrestato senegalese Diaw Cheik Tidianee 2016 – 2017



Ashley Olsen trovata morta strangolata : Arrestato senegalese Diaw Cheik Tidianee : Un uomo di 25 anni di origini africane, forse senegalese, è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso la 35enne americana Ashley Olsen, trovata morta strangolata nel suo appartamento dal fidanzato. Il presunto assassino pare fosse già noto sia negli ambienti della movida che alle forze dell’ordine per spaccio di droga. L’accusa per lui è di omicidio aggravato. Gli investigatori sono riusciti ad individuare l’uomo grazie all’incrocio delle testimonianze tra gli amici e i frequentatori dell’ultimo locale, il Montecarla dove Ashley Olsen è stata vista l’ultima volta – e dalle analisi delle telecamere di sorveglianza. L’interrogatorio e gli esami del Dna che verranno effettuati sull’uomo potranno confermare la colpevolezza.

Ad uccidere Ashley Olsen sembra proprio che sia stato un raptus di violenza, un impeto del giovane senegalese Diaw Cheik Tidianee che ha “sostanzialmenteammesso di essere l’autore del delitto, ha spiegato il Procuratore capo Giuseppe Creazzo che ha escluso il movente del gioco erotico, e anche, come riportato dalla stampa in questi giorni, che Diaw fosse “uno spacciatore“. il 27enne Diaw Cheik Tidianee è arrivato in Italia quattro mesi fa e risiedeva senza permesso di soggiorno a Firenze, in via Andrea del Castano.

Il senegalese Diaw Cheikh Tidiane, fermato con l’accusa di aver ucciso la donna, ha ammesso le sue responsabilità affermando però di non aver avuto intenzione di uccidere. Non si è trattato dunque di un gioco erotico bensì di altro. L’uomo durante l’interrogatorio ha raccontato di aver incontrato Ashley in un locale a Firenze e di essere andato a casa sua con lei. I due hanno litigato dopo aver fatto sesso. Lui l’ha spinta e lei ha battuto la testa, riportando due fratture al cranio. I segni di strangolamento sarebbero legati al fatto che avrebbe cercato di rialzarla. Ashley, quindi sarebbe morta in seguito alle fratture al cranio e alle varie lesioni come precisa il procuratore Capo di Firenze: “L’omicidio ha avuto sia un’azione contundente, sia un’azione di strangolamento“. Tale violenza tende dunque a far escludere il gioco erotico finito male: “Non ce n’è alcuna traccia“. Sul senegalese in Italia da 4 mesi senza permesso, la procura ha riferito che non è uno spacciatore come detto in un primo momento, l’uomo durante l’interrogatorio ha ribadito più volte di non aver avuto mai intenzione di uccidere Ashley Olsen. La prova del Dna ha dato comunque esito positivo.





 

Leave a Reply