Sfrutta l’immigrato e mettilo alla porta: l’emblematico omicidio di Firenze 2016 – 2017

Roma, 14 gen – “Mi hai trattato come un cane”. Secondo la testimonianza di Cheik Diaw, clandestino 27enne senegalese che ha confessato l’omicidio della statunitense Ashley Olsen, queste sarebbero state le sue parole urlate alla donna prima della colluttazione che ne ha causato la morte. I fatti sembrano chiari: i…
Continua a leggere →
Articolo precedenteSpalletti a Fiumicino, i tifosi: “Pigliali a calci in c…” (Video)

 

Leave a Reply